La storia di Silvia, 29 anni

Silvia, 29 anni. Soffro di hs da quando ne avevo 14. Incidente in motorino mi ricoverano x una notte e dopo qualche mese iniziano ad uscire i primi bubboni sul fondo schiena, stafilococco dovuto a lenzuola non ben disinfettate, mesi di antibiotici e sembrava tutto finito, invece col passare del tempo non solo continuavano ad uscirmi sul fondo schiena ma iniziavano a farsi vedere all’inguine, molto più dolorosi, medici che dicevano che mangiavo troppe merendine, e pensare che al tempo non ero neanche sovrappeso, c’è stato anche chi mi ha detto di potermi ritenere fortunata dato che non era altro che acne giovanile e che invece di rovinare il mio bel faccino era nascosta. Continuano così mesi di antibiotici alternati a mesi di vitamine e cremine diverse x ogni ora del giorno ma niente miglioramenti, ingrasso e l’hs inizia a farsi sentire sotto le ascelle intorno al seno e addirittura sotto l’aureola destra, così colleziono 8 punti sotto ogni seno e 20 al centro. Inizio le cure omeopatiche inizio anche a perdere qualche kg e fortunatamente la situazione sembra migliorare. Smetto le cure omeopatiche e a tutt’oggi rimango stabile, si gonfiano le solite vecchie sacche che non mollano mai, soprattutto nel periodo pre ciclo ma nel frattempo un dermatologo mi dice che è genetica e che non c’è cura. Una sera guardando malattie imbarazzanti sento per la prima volta il nome idrosadenite suppUrativa, inizio febbrilmente a smistare tutti i referti medici collezionati negli anni e lo trovo scritto proprio dal dermatologo più vicino, dopo aver girato in lungo e in largo, quello sotto casa che mi aveva rimandato indietro dicendo di non saper che fare aveva scritto in alto a sinistra IDROSADENITE SUPPURATIVA e poi ho trovato voi. Vi sembrerà stupido ma da quando ci siete voi e so dare un nome al mio problema mi sento un pò più leggera.